Tag Archives: bce

L’Europa nella bufera del capitalismo: contro il TTIP

L’Europa nella bufera del capitalismo: contro il TTIP

L’Europa nella bufera del capitalismo SABATO 7 FEBBRAIO  Giardino dei Ciliegi  via dell’Agnolo 5, Firenze Trattato Transatlantico su Commercio e Investimenti TTIP  Riarmo, guerre: è questa la soluzione alla crisi economica? APERTURA CONVEGNO ORE 10.00, PAUSA PRANZO 13.00 – 14.30, RIPRESA ORE 14.30 Intervengono: Lidia Undiemi Francesco Gesualdi Centro Nuovo Modello di Sviluppo Tommaso Fattori

OGGI COME NEL 2011, LA TROIKA CONQUISTA INDISTURBATA L’ITALIA “DISTRATTA” DALLA CORRUZIONE. IL TRADIMENTO DELLA POLITICA.

La BCE spinge nuovamente per le “riforme”, ossia per commissariare in modo più o meno esplicito i paesi europei disposti a partecipare al QE, ponendo di fatto le basi per una sospensione generalizzata dello Stato Democratico di Diritto, dichiaratamente volta ad indebolire Welfare State e diritti dei lavoratori. Oggi come ieri, la corruzione come potente

Ecco quando crolleranno l’Euro e l’UE: prepariamoci al ritorno allo Stato

Il crollo dell’euro e dell’intera UE ci verrà imposto dai mercati e dalla Germania che utilizzerà tutti gli strumenti politici a sua disposizione per uscirne nel miglior modo possibile. Questo bene o male è risaputo, si dovrebbe invece iniziare a discutere sul quando ciò avverrà: meno saremo preparati e più sarà violento l’impatto. Per tutti.

Il ricatto dei mercati: Democrazia, Troika e Lotta di classe.

Prefazione di Roberto Scarpinato  –  postfazione di Gennaro Zezza   Lidia Undiemi Il ricatto dei mercati Il ricatto dei mercati e la lotta di classe emergente in tutta Europa. Il ruolo delle multinazionali nella nuova governace europea e internazionale. «Coniu­gando sapientemente tensione divulgativa e rigore analitico, sapere economico e giuridico, visione dall’alto e dal basso,

L’Italia non cede sovranità. La responsabilità delle riforme è del Parlamento. Draghi pensi allo scontro BCE-Bundesbank.

Abbiamo già capito che la Troika si sta organizzando per mettere in scena una cessione di sovranità che non ci sarà. Tecnicamente il trio (BCE, UE e FMI) verrà a chiedere il permesso al Parlamento nazionale – che sicuramente glielo concenderà visti i precedenti (MES e Fiscal Compact) – per potere ottenere delle riforme, possibilmente

Top
Lidia Undiemi