I rischi per l’Europa dello “Stato di eccezione” dopo gli attentati di Parigi

Vi ripropongo l’analisi dei rischi che corre la democrazia con lo “Stato di eccezione” (o di “emergenza”). Nel 2013 tale strumento politico, di per se stesso privo di limiti definiti, fu invocato dal premier Letta in piena crisi dell’Eurozona.

LO STATO DI ECCEZIONE (clicca per leggere l’articolo)

Per reagire agli attentati terroristici di Parigi, il presidente Hollande ha intenzione di chiedere una estensione dello “stato di emergenza” per altri tre mesi.

Cosa ci attende? Difficile saperlo, ma una cosa è certa: lo “stato di eccezione” non ha limiti definiti.

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   
Authors

Related posts

*

quattro × 3 =

Top Lidia Undiemi