Call center Telecom e trasferimenti di lavoratori: il nostro supporto a vostra disposizione.

Secondo recenti comunicati sindacali, Telecom Italia sta attuando una serie di trasferimenti di lavoratori da un settore all’altro, ed in particolare verso i propri call center.

Non è escluso che l’operazione sia finalizzata ad una successiva cessione di ramo d’azienda in favore di altre società, interne o addirittura esterne al gruppo.

Non si hanno molte notizie al riguardo, e dunque è necessario attendere l’evolversi dei fatti per esprimere un parere più dettagliato.

Nel frattempo, comunichiamo fin da subito il nostro supporto ai lavoratori che intendono approfondire l’impatto delle scelte aziendali sul proprio futuro lavorativo, anche per quanto riguarda i contratti “precari”.

Esistono diverse forme di tutela contro i trasferimenti indesiderati, sia nel caso di spostamenti settoriali interni all’azienda che nelle ipotesi di trasferimenti di attività e di lavoratori verso altre società.

Nel primo caso, la principale norma di riferimento è l’art. 2103 c.c. che stabilisce dei limiti al potere datoriale di trasferimento del lavoratore da una unità produttiva all’altra, nonché una specifica tutela rispetto alle mansioni cui adibire i dipendenti.

I trasferimenti non voluti vanno impugnati entro 60 giorni.

Avv. Ernesto Maria Cirillo e Dott.ssa Lidia Undiemi

Contatti: li.undiemi@gmail.com

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Authors

One Comment;

  1. Pingback: Call center Telecom e trasferimenti di lavoratori: il nostro supporto a vostra disposizione [di Lidia Undiemi] | ESTERNALIZZATI

*

cinque + dodici =

Top Lidia Undiemi