Lannutti lasci IDV e denunci la complicità del suo partito, oppure mente. Attenti alle trappole: chiedete spiegazioni.

Con grande sorpresa, visto il silenzio di tutti questi mesi sulla questione ESM/MES, un parlamentare di Italia dei Valori si accorge che si tratta di uno strumento che “garantirà dorate poltrone a tecnocrati, burocrati e ottimati che, come novelli principi di Valacchia, continueranno a succhiare il sangue ai popoli europei già dissanguati…”.

E se ne è accorto solo ora, mentre anche il cittadino attivo meno esperto, capendo la gravità della situazione, ha appoggiato una protesta che va avanti da diversi mesi? Beh, dando per scontata la buona fede, non mi pare che tale atteggiamento sia all’altezza della situazione, perchè sollevare in aula un problema gigantesco per la sopravvivenza dello Stato democratico, quando è ormai praticamente ovvio che Monti incassi la ratifica, è praticamente inutile. Si consideri che alcuni parlamentari di IDV sono stati fra i promotori del DDL sull’introduzione del pareggio di bilancio in Costituzione salvo poi, all’ultimo momento, tirarsi indietro quando non c’era più nulla fare.

Sono uscita da Italia dei Valori proprio perché con il loro silenzio hanno dichiarato di volere appoggiare questo trattato tenendo i cittadini all’oscuro di tutto.

Colpevoli imperdonabili di questa complicità sono proprio i suoi colleghi di partito per cui ho preparato una mozione sull’argomento chiedendo di intervenire mediante una importante battaglia politica. Lannutti era chiaramente in mezzo a loro, anche se ci tengo a precisare che poi, alla fine, in aula ha espresso voto contrario.

Per fortuna decine e decine di migliaia di italiani sanno cosa è accaduto, anche all’interno dello stesso partito in cui, tranne qualche caso isolato, restano anch’essi a guardare senza esprimersi nonostante qui ci sia in gioco anche il futuro dei loro figli, che pagheranno con “lacrime e sangue” queste scelte.

Insomma, la storia dell’atteggiamento di questo partito rispetto al “governo delle banche” la conosciamo bene, ed infatti il gruppo si è astenuto durante le votazioni in Senato.

Adesso invito tutti a porre all’on. Lannutti le seguenti domande:

  • On. Lannutti con grande stupore apprendiamo la sua opposizione dell’ultimo momento al trattato ESM che lei stesso ha definito come uno strumento che garantirà dorate poltrone a tecnocrati, burocrati e ottimati che, come novelli principi di Valacchia, continueranno a succhiare il sangue ai popoli europei già dissanguati. Poiché è ovvio che i suoi colleghi parlamentari si sono rilevati complici di questo sistema, prima tenendo all’oscuro i cittadini quando la società civile chiedeva battaglia politica e poi con una astensione al voto in Senato, perché non espone pubblicamente ai cittadini la loro posizione abbandonando questo partito?
  • Ci spiega, visto anche che vi manteniamo con stipendi “d’oro” per fare i nostri interessi, come è stata affrontata la questione all’interno del partito e perché è stata ignorata la denuncia della dott.ssa Lidia Undiemi contro l’ESM quando ancora si poteva fare qualcosa per evitare il voto favorevole?
  • E’ per ignoranza che il partito si è dimostrato favorevole a questo “fondo salva-stati” nelle mozioni di fine gennaio in favore di Mario Monti?
  • Lei propone di istituire un Tribunale Internazionale per crimini economici contro l’umanità e processare i banchieri. Non sarebbe meglio iniziare con l’istituzione di un tribunale italiano per i crimini economici contro l’umanità da parte dei partiti politici italiani che fanno scelte politiche in favore delle banche che lei vorrebbe incriminare? (è una provocazione)

Ricordiamo all’on. Lannutti che se i poteri finanziari potranno adesso aumentare vertiginosamente l’esercizio dei propri poteri nel territorio nazionale è soprattutto grazie al silenzio e al consenso dei parlamentari italiani circa la ratifica di due trattati, ESM e fiscal Compact, che possono entrare in vigore in Italia soltanto con l’approvazione del Parlamento.

Ecco la mail di Lannutti: lannutti_e@posta.senato.it a cui inviare le domande.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

About the Author

Lidia Undiemi
Esperta in materia di tutela dei lavoratori nelle trasformazioni di impresa. Dottore di ricerca in Diritto dell'Economia, dei Trasporti e dell'Ambiente. Titolo conseguito presso l'Università degli Studi di Palermo nell'aprile del 2010. Attualmente non ho alcun incarico all'Università di Palermo, continuo comunque ad impegnare gran parte del mio tempo in studi giuridici ed economici. Ho pubblicato un libro "Il ricatto dei mercati" che contiene una indagine sulla nuova governance economia europera ed internazionale, e sulle trasformazioni del mondo del lavoro nell'era della finanza. Sono autrice di pubblicazioni scientifiche, di cui l'ultima pubblicata nelle rivista scientifica di diritto del lavoro "Variazioni su Temi di Diritto del Lavoro" dal titolo "Trasferimento di parte d’azienda, appalti e collegamenti societari: complessità della realtà e nuove sfide interpretative". Ho realizzato un progetto scientifico e politico contro la crisi dell'economia reale e dei posti di lavoro causata dalla speculazione finanziaria. Credo nella ricerca come principale strumento principale di difesa contro derive autoritarie.

13 Comments on "Lannutti lasci IDV e denunci la complicità del suo partito, oppure mente. Attenti alle trappole: chiedete spiegazioni."

  1. devo dire che sei riuscita a non farmi capire niente…tu dai tutto per scontato…ma non tutti abbiamo le tue conoscenze tecniche…armati di pazienza e istruiscimi su come ci hanno fregato esattamente ,consapevolmente o incoscientemente.

    cordialmente enzo adamo

    • Guarda enzo adamo,
      non ci vogliono competenze tecniche assolute per capire cosa stia succedendo.

      Sarebbe sufficiente VOLER capire davvero come stiano le cose.

      Ecco: ti ho scritto in modo davvero elementare, senza dotte terminologie.
      Spero capirai.

      Patrizia

  2. Domenico Puglisi | 14 Luglio 2012 at 08:14 | Rispondi

    Signor Adamo la signora Lidia Undiemi ha più di una volta spiegato cosa sia L ESM.. cerchi sul sito.. o scarichi direttamente da internet il trattato.

  3. Lannutti fa solo chiacchiere mi meraviglio che la gente ancora debba capirlo fino ad ora predica bene ma razzola mala anzi malissimo .

  4. daniele martino | 14 Luglio 2012 at 10:39 | Rispondi

    Non è più possibile fermarci a fare delle chiacchere tra di noi. E’ intellettualmente bello ma non serve a niente. La gente, fuori non sa nulla e, se racconti e provi a dire qualcosa su questi temi, nove volte su dieci, si mette a parlare di calcio.
    La gente è LOBOTOMIZZATA dal sistema mediatico e politico. “MONTI ci salverà”, questo è quello che mediamente mi sento dire (insieme a “ci ha rovinati Berlusconi”). Non ci sono più politici autorevoli (o meglio, ce ne sono pochi) che vogliono dirti le cose come stanno.
    Noi ci lamentavamo, giustamente, di Andreotti. Inizio a credere che quelli che sono venuti dopo siano andati ben oltre. Hanno offerto le nostre vite ed il nostro futuro alla elite bancaria.
    Se l’euro c’aveva già messo le catene il Trattato di Lisbona, IL PAREGGIO DI BILANCIO IN COSTITUZIONE, l’ESM e il FISCAL COMPACT ci hanno ingabbiati definitivamente. VIE d’USCITA NON CE NE SONO.

  5. di pietro ed il suo partito non curano gli interessi del popolo italiano anzi sono i primi a prenderci per i fondelli , non prendera’ mai piu’ il mio voto e quello della mia famiglia, se nel futuro voteremo ancora.
    grazie lidia e buon lavoro

  6. Lidia hai tutto il mio appoggio, sappiamo benissimo che la maggior parte della gente non è informata o se ne frega, Berlusconi con il suo modello di vita in questo ha le sue responsabilità, e si è sempre fatto gli affari suoi e della sua famiglia.
    Monti invece si fa gli affari nostri, nel senso che è impegnatissimo tecnicamente a renderci schiavi firmando trattati capestro che Berlusconi aveva già cominciato a firmare per opportunismo e perché ricattato finanziariamente.
    Monti è un tecnico di alto livello, al soldo dei grandi gruppi finanziari e di potere, lo sanno tutti (nessuno può smentire le sue partecipazioni di rilievo in Goldman Sachs, Bilderberg Group, Aspen Institute, Commissione Trilaterale, ecc.).
    Non è uno qualunque, è bravissimo.
    Bravissimo a fregarci, ad incastrarci bene bene per generazioni, firmando trattati a condizioni che sa benissimo che non potrà rispettare, pena fortissime multe.
    Perché li ha firmati?
    Non è vero che è stato costretto dalla Germania, poteva benissimo ricattarli, come hanno sempre fatto tutti i diplomatici del mondo, è il loro mestiere…
    Ricattarli così: se non accettate gli Eurobond usciamo dall’Euro, la via d’uscita non è prevista ma questo non vuol dire affatto che non si possa fare.
    Certo le vie d’uscita non potevano prevederle gli aguzzini che hanno scritto i trattati…
    Oppure ricattarli così: non firmiamo questi trattati, non a queste condizioni, e basta!
    La Germania non ci caccerebbe mai dall’Euro, non le conviene, la sua attuale economia ha il surplus basato soprattutto sul deficit del PIIGS, per loro sarebbe un suicidio!
    Non è un caso allora che Monti venga osannato ogni volta da tutto il governo tedesco, dalla Merkel a Schauble…
    Però lo paghiamo noi, come tutto il Parlamento succube di questa linea economica recessiva e suicida, senza il minimo di crescita ed equità..
    Ma allora Monti con chi sta?
    Con la dittatura delle banche o con noi?
    Chi sta aiutando adesso?
    Le alternative ci sono eccome, con tanto di premi Nobel dell’economia a suffragarle (Krugman e Stiglitz): andate sul sito
    http://www.democraziammt.info
    e avrete molte risposte!

    • Cesarito, ho apprezzato il tuo intervento e non ti rispondo in chiave critica.
      Per la precisione però bisognerebbe chiarire che le posizioni di Krugman e Stiglitz non coincidono in realtà con quelle della MMT.
      I primi due sono d’accordo sulla possibilità che uno Stato possa spendere a deficit per creare occupazione ma ritengono comunque che nel lungo periodo si debba cercare di ripagare il debito conseguentemente creato poichè esso creerebbe inflazione.
      I sostenitori della MMT si spingono al di là di questo, sostenendo che una volta riappropriatosi della propria moneta sovrana, lo Stato avrebbe una facoltà pressochè illimitata di spendere a deficit, considerando che esso potrebbe comunque ripagare quel debito con moneta propria e che si tratterebbe di un debito che andrebbe a contrarre solo con se stesso.

  7. Anche Lei cara signora parla parla e non giunge a nulla, uscire dall’IDV non basta per fare la morale ai suoi colleghi!!!
    Si sarebbe almeno dovuta dimettere dal parlamento per decenza e invece prenderà la pensioncella pure lei al pari degli altri ladroni.

  8. Circa un mese fa ho partecipato ad un dibattito presieduto dall’onorevole Borghesi (Vice Presidente del Gruppo Parlamentare di Italia dei Valori e se non erro responsabile per l’economia in IDV ). Questo signore ha espresso in tale sede una posizione di assoluto favore nei confronti della ratifica del Trattato ESM (facilmente riscontrabile anche all’interno del suo sito). Non bastando questo, quando gli ho posto una domanda su questo tema e sullo strozzinaggio da parte delle banche private ai danni dello Stato mi ha risposto che si trattava di “bufale sul signoraggio che circolano su internet”. Non commento nemmeno (come non ho fatto in quella sede) l’arroganza e il contenuto della risposta (il signoraggio non c’entrava niente con ciò che gli avevo chiesto e un professore universitario di economia non poteva non capirlo ancora di più dopo che altri presenti in sala glielo hanno ribadito).
    Episodi come questo, coerentemente con l’ostracismo che la dottoressa Undiemi ha dovuto subire in relazione alla sua posizione sul tema, lascerebbero pensare ad un’opinione di IDV favorevole alla disciplina dettata dal Trattato Esm. Allo stesso tempo, le parole di Lannutti lasciano intravedere almeno un’apparente contraddizione interna al partito sulla stessa tematica.
    Per questa ragione, le domande che la dottoressa Undiemi pone a Lannuti sono tutte da sottoscrivere.
    Io mi permetterei di aggiungere anche la seguente: “Nel caso in cui il voto finale da parte di Idv in Parlamento dovesse risultare contrario alla ratifica del Trattato Esm, quali sono le ragioni tecniche per le quali il partito potrà aver deciso di votare in tal senso?”
    Suggerisco questo perchè un ripensamento dovuto a maggior consapevolezza sarebbe senz’altro apprezzabile ma da tutti i segnali emersi sarebbe più che fondato il sospetto di un voto contrario utile per l’ espletamento di un’opposizone meramente gridata in una “facile situazione” in cui si sa già che più dei due terzi del Parlamento voteranno comunque a favore della ratifica del Trattato.

  9. Signora Lidia io la penso come lei su lannutti ma ogni giorno che passa, mi rendo conto che viviamo in una Italia dove domina il male affare io non so più che aspetto ha l’onestà…..la legalità…….. finché i magistrati onesti non metteranno dentro tutti questi corrotti con i colletti bianchi l’Italia non cambierà..

    Viviamo in una bellissima terra, ma purtroppo governata da furboni ,ladri, e delinquenti.
    potrei continuare all’infinito ma credo che un po tutti siamo sconcertati……..
    da quando sono tornato dall’estero dopo tanti anni di essere immigrato, ho notato nella mia provincia che chi domina tutto e tutti sono: Avvocati politicizzati- Dottori- Imprese – Giornalisti- Politici Regionali e locali – Questi signori sono tutto uno, i politici usano le imprese per mandare a lavorare la povera gente, per poi avere in cambio i voti. e tutti altri lo stesso- se uno non va a leccare ….ed umiliarsi da loro per un lavoro, qui non si lavora…e questo lo sanno tutti….
    io la penso come lei e, sarò con lei se c’è una speranza per portare la legalità in questo paese martoriato dal male affare..
    un caro saluto a tutti……..

  10. Lannuti era il mio riferimento su moneta e finanza nel 2006-2008, quando ero al Senato, ci vedevamo almeno una volta a settimana. L’ho cercato qualche mese dopo la sua elezione per un parere e mi sono accorto che aveva deciso o accettato l’input altrui , di rompere i rapporti. Poco male. Mi stupiscono le posizioni di Barbato, visto che fu proprio Lannuti ad erudirmi sul Signoraggio. Mi dovrebbero stupire anche i voti degli europarlamentari IDV a favore del MES e i silenzi ..dei parlamentari italiani…Ma in verità non mi stupiscono …Il distacco dal “pilota automatico” Casaleggio & Associati è stato dichiarato, ma dalle sceneggiate settimanali per “passare” in TV , temo che non sia cambiato nulla….Le “distanze ” da Monti sono finalizzate a raccogliere i voti delle tante vittime della politica della BCE …per mantenerli dentro al sistema finanziario-massonico ….e avere più potere nelle contrattazioni con il PD.

2 Trackbacks & Pingbacks

  1. Economista? « Mazzetta
  2. tv online

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


tre × tre =