Di Pietro e Orlando, confessate ai cittadini il vostro appoggio al “governo della finanza”. Mi dimetto dai miei incarichi in IDV.

europa_italia-pubblicita

Raccontate la verità, gli italiani hanno il diritto di sapere che Italia dei Valori sta appoggiando, soprattutto con il proprio silenzio, la proposta del governo Monti di trasferire 125 miliardi di euro (minimo) ad una organizzazione finanziaria intergovernativa, l’ESM, ambiguamente definita “fondo salva-stati”, che, fra immunità, esenzioni, condoni ed altri privilegi, si propone di concedere finanziamenti agli stati in difficoltà in cambio della possibilità di potere imporre “rigorose condizionalità” da far gravare sulle spalle del popolo.
Sapete benissimo che la ratifica del trattato ESM (non ancora in vigore) comporterà l’incremento delle politiche di austerity, ossia l’imposizione di ulteriori interventi “lacrime e sangue” che colpiranno soprattutto le fasce più deboli e che metteranno in crisi anche coloro che ancora oggi riescono ad arrivare a fine mese.
Un obiettivo politico che ovviamente travolgerà anche la vita dei vostri elettori, compresi quelli della sua amata Palermo, prof. Orlando.
L’IMU? L’art. 18? E’ solo l’inizio.
Per comprendere la pericolosità di tale scelta, basta semplicemente osservare ciò che è accaduto in Grecia. La Troika ha concesso i piani di salvataggio in cambio di una serie di richieste che per Atene si sono tradotti in cessione di sovranità. Si pensi alle condizioni imposte in materia di tagli alla spesa, ai dipendenti pubblici e alle pensioni. In tal senso, la politica nazionale diventa oggetto di contrattazione finanziaria.
Appoggiare questa idea di politica europea del governo Monti significa essere contro i lavoratori, gli imprenditori, i giovani, le donne, i bambini e gli anziani.
Che senso ha “strapparsi i capelli” pubblicamente per dimostrare di essere contrari alla corruzione politica, al potere delle banche, alla riduzione dei diritti dei lavoratori e all’aumento delle tasse e, contemporaneamente, sostenere la creazione di una struttura sovranazionale che pretende di gestire le risorse dei cittadini godendo di immunità di giurisdizione ed altri benefici “di casta”. Tutto ciò agendo fuori dai canali democratici con lo scopo di lucrare sul debito pubblico imponendo ulteriori sacrifici agli italiani.
Chi si avvantaggerà dell’entrata in vigore dell’ESM? I poteri finanziari, in primis le banche.
Lo Stato in difficoltà potrà usufruire dei piani di finanziamento concessi dal “fondo salva-stati“ soltanto se, oltre a cedere pezzi di sovranità riguardanti scelte di politica interna, si impegnerà a pagare un tasso di interesse il cui limite non è stato nemmeno definito nel trattato, e intanto le banche hanno ottenuto un trilione di euro dalla BCE all’1%. Poiché l’organizzazione intergovernativa si riserva la possibilità di attingere al mercato finanziario per potere a sua volta erogare il prestito allo Stato, chi garantisce che non saranno le stesse banche (con un guadagno “politico” netto di almeno il 3%), o addirittura la criminalità organizzata a lucrare, mediante i finanziamenti dell’ESM, sul debito pubblico e ad incidere sulle decisioni politiche della nazione debitrice?
E’ questa la vostra visione di cambiamento, di uguaglianza e di democrazia?
Perché IDV non ha sollevato tali questioni nelle sedi istituzionali competenti, considerato che il trattato è disponibile almeno dal mese di marzo del 2011? Il parlamento europeo si è già espresso a favore dell’ESM con 494 voti, non credo sia necessario aggiungere altro. Quello nazionale, invece, deve ancora decidere, ed è per tale ragione che, fra mille sacrifici, ho lavorato tantissimo per realizzare una mozione parlamentare che toccasse l’argomento. La richiesta è partita proprio da lei, prof. Orlando, e l’ho accolta con grande entusiasmo, anche perché è stata frutto di una lunga conversazione sulla politica internazionale. Fidandomi del suo atteggiamento propositivo ho elaborato la bozza finale, che sostanzialmente richiama il contenuto del dossier che ho successivamente realizzato per informare la gente. Da questo momento in poi il nostro dialogo si è praticamente interrotto e, qualche giorno dopo, il partito si è espresso sul fondo “salva-stati” con le mozioni di fine gennaio dove è stato omesso il contenuto del trattato ESM ampiamente argomentato nella mia proposta.
Ho scritto anche a lei, on. Di Pietro, chiedendole di sostenere questa battaglia, ma non ho ricevuto nemmeno una risposta, e non è la prima volta.
Tantissime altre persone di IDV conoscono la vicenda, anche perché, per fortuna, cittadini, associazioni, movimenti e mezzi di informazione hanno appoggiato la battaglia, comprendendola e condividendola.
Ho ricevuto da questo partito due incarichi (responsabile nazionale di una sezione del dipartimento Lavoro e responsabile regionale del dipartimento Lavoro Sicilia) che ho portato avanti gratuitamente e con grandi sforzi per circa due anni, seguendo importanti vertenze sul territorio nazionale.
Ho lavorato tanto, ma l’impegno non è stato ricambiato, e non mi interessa esporre in questo momento altre questioni, valide ma meno importanti dell’ESM.
Non meritavo un simile trattamento, e non lo meritano nemmeno i cittadini.
Lei, prof. Orlando, mi ha delusa più di tutti, perché possiede lo spessore culturale e politico per poter affrontare battaglie grandi come questa. Nonostante ciò, non penso che lei abbia agito in malafede, ma questo non giustifica la sua indifferenza, che abbinata alle sue capacità si trasforma in una colpa imperdonabile.
Ogni tanto penso a Scilipoti, e mi chiedo quali straordinarie capacità possieda quest’uomo per aver meritato di diventare parlamentare con IDV.
Mi auguro che vi fermiate a riflettere, da soli, sul fatto che qui c’è in gioco la vita di intere generazioni, compresi i vostri familiari.
Talvolta vi osservo, e vedo degli uomini talmente affannati a vincere le elezioni da perdere di vista se stessi e il vero significato della politica.
Mi dimetto.

Lidia Undiemi

PDF Converter    Invia l'articolo in formato PDF   
Authors

84 Comments

  1. stefano said:

    Scusi dottoressa Undiemi,
    ma che si aspettava da uno che con la bocca urla contro il finanziamento pubblico ai partiti mentre con le mani si riempie le tasche di quegli stessi soldi.
    Le risulta che IDV abbia mai rinunciato ai rimborsi elettorali?
    Oppure le risulta che l’utilizzo di quei soldi sia mai stato trasparente?
    In italia la politica non esiste più esistono solo i parassiti di stato indipendentemente dal colore, e i tecnici sono anche peggio perchè si sono subito adeguati al sistema dei privilegi.

  2. Claudio said:

    Ogni tanto sentirle suonare a qualcuno fa bene alla vista.Brava Dottoressa…:-)))

  3. Enrico said:

    Non c’è niente da dire…uno donna con le p…e! Complimenti, ci vuole coraggio e lei l’ha avuto, come vede nessuno di questi che stanno al parlamento ci rappresenta e sarà davvero dura cercare di essere rappresentati “noi” cittadini da qualcuno onesto intellettualmente. Lei dimettendosi, si è dimostrata persona seria e non come quei “mezzi uomini” che predicano bene ma razzolano malissimo.
    Complimenti ancora…sono con lei.

  4. Rita said:

    la politica è la forma più alta di servizio per i cittadini di un Paese e ha bisogno di giovani così, preparati, competenti e disposti all’impegno di sedersi in Parlamento , come in qualsiasi consiglio comunale, per tornare a rappresentare gli interessi diffusi dei cittadini e non quelli di bottega di associazioni partitiche ormai avulse dalla società e che continua a ripetere lo stesso errore di abbandonare il Paese alle logiche perverse del mercato,con trattati che hanno limitato e soppresso ogni potere decisionale dei governi nazionali e con l’esautoramento delle conquiste di un diritto del lavoro tra i più avanzati al mondo. Errare humanun perseverare diabolicum. Condivido l’amarezza di Lidia e di tutti i giovani che ambiscono ad essere veri rappresentanti

  5. Carlo said:

    Cara Lidia condivido le tue amarezze benchè quanto da te espresso non mi sorprende affatto come non mi sorprende la tua fuga dall’IDV. Ad Maiora !!!!

  6. Pingback: LIDIA UNDIEMI ne ha fatta un’altra delle sue: si è dimessa da IDV! | Partito Viola

  7. gaetano said:

    sono con te, la tua onestà intellettuale (e non solo) ti premia e ti premierà, IO TI VOGLIO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, daiiiiiiiiiii, forzaaaaaa

  8. Gero Casano said:

    La dottoressa Undiemi si sta rivelando davvero una grande persona , il che risalta ancor di piu’ dal confronto con quelle pecorelle di Di Pietro , Orlando & C…..

  9. Claudio m said:

    La sola speranza di liberazione da questo sistema ” massacra vite ” è quella di organizzarsi al di fuori dei partiti per fare un movimento che abbia solo 3 punti programmatici: 1) sovranità nazionale 2) sovranità monetaria 3) democrazia diretta e non rappresentativa

    • ilfratellodirocco said:

      Sono d’accordissimo. Ormai i partiti non ci rappresentano o almeno non rappresentano più i cittadini comuni e onesti che non hanno interessi di bottega da difendere. Riguardo all’articolo di Lidia, è bello sapere che esiste ancora in Italia gente che ha a cuore gli interessi degli italiani. Forza Lidia non mollare fai un movimento che ci “liberi” dalla morsa dei partiti sono certo che ci saranno migliaia di tuoi sostenitori. Coraggio!

  10. Pingback: Ecco come i banchieri ci sottraggono la Sovranità. « Sovranità popolare

  11. Cesarito said:

    Cara dottoressa Undiemi, lei ha dimostrato una grande dignità e un grande coraggio, rifiutando per coerenza una facile poltrona nell’IDV. La Sicilia evidentemente è terra fertile, Corradino Mineo a mio avviso è uno dei pochissimi veri giornalisti rimasti in attività! Peccato per l’IDV, buon per noi che ancora ci siano persone così! Le suggerisco di studiarsi (per lei sarà molto più semplice che per noi) le interessanti teorie della MMT, divulgate in Italia da Paolo Barnard e ormai “virali”. Vedo molti punti in comune con le sue denunce e le sue ambizioni di vera democrazia e piena occupazione, ben distribuita, con l’impegno dello Stato. Di nuovo piena sintonia con l’analisi dei Trattati antidemocratici. Abbiamo bisogno di persone come lei! Buon lavoro!

  12. marcello dibilio said:

    Che palle che ha questa donna…! Lidia…il tuo semplice e sobrio parlare con i fatti è disarmante…e supera i fiumi di parole che i più grandi saccenti del nostro tempo usano per costruire fortune immense a scapito dei cittadini… Continua così… Ormai sei un personaggio pubblico e devi andare avanti senza mai tirarti indietro… Ti seguo e ti seguirò… Ti vogliamo più visibile… Sii sempre vigile !!!

  13. Pingback: Di Pietro e Orlando, confessate ai cittadini il vostro appoggio al “governo della finanza”. Mi dimetto dai miei incarichi in IDV.- Rivistaeuropea

  14. Julie said:

    si sta montando la testa ? cerca visibilità ? Perché se la prende con IdV, quando dovrebbe prendersela con Monti e con i partiti che lo sostengono, PD, PDL e Terzo Polo !

    • salvatore said:

      alle volte prima di commentare bisognerebbe leggere…

      Grande atto di coerenza lidia .

  15. Mario Linguagrossa said:

    Brava Lidia, attraverso il tuo ragionamento sei arrivata ad una conclusione logica: le tue dimissioni! E quando affermi che: “Lei, prof. Orlando, mi ha delusa più di tutti, perché possiede lo spessore culturale e politico per poter affrontare battaglie grandi come questa. Nonostante ciò, non penso che lei abbia agito in malafede, ma questo non giustifica la sua indifferenza, che abbinata alle sue capacità si trasforma in una colpa imperdonabile.” dici una cosa sacrosanta….
    Hai tutto il mio appoggio 😉

  16. Pingback: Continua l’esodo da IdV Sicilia…verso la nuova Torre di Babele! « Il Blog di Mario Linguagrossa

  17. doris said:

    Anche se comprendo la tua indignazione mi chiedo : “se eliminiamo anche coloro che da anni sono schierati contro la criminalità e caparbiamente sostengono gli interessi del popolo….cosa ci rimane?”…

  18. Stefano said:

    Io personalmente sarei rimasto per rompere le scatole e farmi sentire. Non è più accettabile che la gente onesta si dimette e i corrotti restano. Almeno chi può faccia qualcosa o il sistema sarà sempre più corrotto.

  19. tullio cardia said:

    Questo è proprio un interessante, articolato e giusto intervento.
    La cravatta degli strozzini, si sta stringendo; non basta però, anche se è già tanto, capire il trucco; è necessario anche capire quello che si deve fare in un paese assurdo come l’Italia dove più della metà dei cittadini dichiara 15.000 euro, dove l’imprenditore dichiara meno dei suoi dipendenti, dove si continuano a comprare assurdi aerei, a pagare un consigliere regionale più di Obama ecc.
    La nostra difesa sta nella “lotta all’ignoranza”, a cominciare da quello che dobbiamo correggere dentro di noi.
    Tullio

  20. donato altobelli said:

    Complimenta Dottoressa,entra a far parte del movimento di “insorgenza civile”per rifondare una nuova politica….

  21. Vito Lucarelli said:

    Condivido e sottoscrivo… la coerenza è un valore assoluto in politica… brava Lidia.

  22. Alessandro said:

    Senza banche e attività finanziaria non esisterebbe il mondo come lo conosciamo, quindi prima di sparare a zero su economia e finanza pensiamo bene a tutti i benefici che generano. In uno stato in bancarotta che non può garantire i servizi essenziali si sta sicuramente peggio che in uno in cui si paga l’Imu, anche perché il valore di quell’immobile verrebbe drasticamente ridimensionato. Per quello che mi riguarda, non ho nessuna intenzione di ritornare al baratto o alla moneta aurea.
    Per quello che riguarda l’art.18 sarebbe tempo che i politici, quelli veri, guardassero a quali sono le cause del debito pubblico che ci attanaglia, guardando da cosa è costituita in larga parte la spesa corrente (stipendi) di uno Stato che intermedia il 53% del suo pil, per ottenere servizi di qualità molto inferiore agli standard europei. E capiranno che l’art 18 è utile in special modo nella pubblica amministrazione, dove chi non si impegna, chi impiega una giornata a scrivere una mail, chi è assente dal posto di lavoro, chi non fornisce un servizio di qualità al cittadino va richiamato e LICENZIATO.

  23. Mauro Poggi said:

    Condivido il post e la tua amarezza.
    Sull’Europa sono state propinate per vent’anni incredibili balle, il cui effetto è stato quello di ottundere le capacità critiche dei cittadini. Sono pochi quelli che sembrano accorgersi della deriva autoritaria verso cui ci stanno portando questi tecnocrati, e le uniche voci allarmate si trovano sul web, non certo sui giornali nazionali o nella TV dei talk shows. Troppo poco per fare breccia.

    http://mauropoggi.wordpress.com/2012/02/04/la-legge-delleclatanza-e-il-trattato-esm/

  24. Marco said:

    Desidero manifestare tutta la mia più profonda stima per questa Donna dal gran teperamento che onora la Politica più seria e combattiva.
    Mi aspetto che il Movimento Cinquestelle di Palermo non si lasci scappare l’occasione di collaborare con una persona di tale levatura spirituale e sociale che ha dimostrato un così alto senso civico ed indiscutibile valore politico.
    A LIDIA NON HO ALTRO DA OFFRIRE CHE TUTTA LA MIA DISPONIBILITA’ A COLLABORARE NEL MODO CHE RITERRA’ PIU’ OPPORTUNO PER PORTARE AVANTI LA SUA BATTAGLIA DI LIBERTA’ E DEMOCRAZIA.
    SEI UN VERO PUNTO DI RIFERIMENTO. GRAZIE!

  25. Pingback: Coraggio Lidia siamo con te. Lidia Undiemi lascia l’Idv: “Di Pietro e Orlando, dite la verità ai cittadini sulla finanza”. Viva Lidia Undiemi. | Reset Italia

  26. Abi said:

    Con tutta la mia stima per il tuo lavoro e per il tuo impegno sociale, non condivido assolutamente ciò che dici e men che meno le tue dimissioni da IDV. Da te mi sarei aspettato un maggiore impegno verso questo tema, un impegno personale, forte, in prima linea. Sarei andato da Di Pietro, da Orlando e li avrei tirati per la giacca fino a ricevere una reale risposta o una delega e comunque mi sarei portato avanti, ripeto, in prima persona. Accusare IDV quando proprio IDV è l’unica voce di dissenso e di denuncia mi sembra che serva solamente a cercare di screditare IDV e i suoi leader. Immagino che a questo punto ti vedremo militare in qualche altro partito e tutto questo sia strumentale. Se tu fossi una persona diversa penserei che qualcuno ti ha comprato. Chi lo sa ?

  27. Pingback: Coraggio Lidia siamo con te. Lidia Undiemi lascia l’Idv: “Di Pietro e Orlando, dite la verità ai cittadini sulla finanza”. Viva Lidia Undiemi | Reset Italia

  28. stefano said:

    Brava, ora però bisogna insistere, molti italiani stanno aprendo gli occhi solo adesso, sono sicuro, siamo tanti e con la forza della verità e di persone come te ce la faremo.

  29. filippo said:

    Ammirevole. Con Paolo Barnard diventerebbe una miscela esplosiva.

  30. Abi said:

    Posto nuovamente, visto che l’avete censurato (complimenti Lidia, a che gioco giochj ?):

    Non condivido assolutamente ciò che dici e men che meno le tue dimissioni da IDV. Da te mi sarei aspettato un maggiore impegno verso questo tema, un impegno personale, forte, in prima linea. Sarei andato da Di Pietro, da Orlando e li avrei tirati per la giacca fino a ricevere una reale risposta o una delega e comunque mi sarei portato avanti, ripeto, in prima persona. Accusare IDV quando proprio IDV è l’unica voce di dissenso e di denuncia mi sembra che serva solamente a cercare di screditare IDV e i suoi leader. Immagino che a questo punto ti vedremo militare in qualche altro partito e sospetto che tutto questo sia strumentale. Se tu fossi una persona diversa penserei che qualcuno ti ha comprato. Ma chi lo sa ?

  31. Pingback: Coraggio Lidia siamo con te. Lidia Undiemi lascia l’Idv: “Di Pietro e Orlando, dite la verità ai cittadini sulla finanza”. Viva Lidia Undiemi | Informare per Resistere

  32. Pasquale said:

    Grazie per il suo impegno, la sua coerenza e la ragionevolezza, in pratica quello che manca alla politica italiana. L’incoerenza dell’IdV era palese anche quando chiedeva l’abolizione delle Province (strano obbiettivo comune con la BCE – v. lettera Trichet del 05/08/11) ma nessun assessore/consigliere provinciale si è mai dimesso da tale carica o almeno ha rinunciato alle relative indennità e rimborsi spese.
    Credo che l’antipolitica sfascista fa solo il gioco degli speculatori globali e le Sue dimissioni me lo stanno dimostrando. In fondo, anche scoperchiare tangentopoli (si ritorna al fondatore dell’IdV) non ha fatto il gioco a B. ?
    http://www.youtube.com/watch?v=DcUJQDKQA-w

  33. Pingback: Coraggio Lidia siamo con te. Lidia Undiemi lascia l’Idv: “Di Pietro e Orlando, dite la verità ai cittadini sulla finanza”. Viva Lidia Undiemi Tratto da: Coraggio Lidia siamo con te. Lidia Undiemi lascia l’Idv: “Di Pietro e Orlando, dite la veri

  34. Pingback: Coraggio Lidia siamo con te. Lidia Undiemi lascia l’Idv: “Di Pietro e Orlando, dite la verità ai cittadini sulla finanza”. Viva Lidia Undiemi | Il Sanlurese

  35. Pingback: Sconvolgente: La politica nazionale venduta ai poteri forti. Quì c’é in gioco la nostra vita! L’economista Lidia UNDIEMI si dimette dal partito di DI PIETRO perche appoggia il governo Monti «

  36. Pingback: Coraggio Lidia siamo con te. Lidia Undiemi lascia l’Idv: “Di Pietro e Orlando, dite la verità ai cittadini sulla finanza”. Viva Lidia Undiemi Tratto da: Coraggio Lidia siamo con te. Lidia Undiemi lascia l’Idv: “Di Pietro e Orlando, dite la veri

  37. Giovanni said:

    Mi complimento per la sua coerenza. Non si lasci mai contaminare dalla corruzione e dal compromesso; vada avanti facendo attenzione a non far mai entrare nel suo seguito delle mele marce.L’Italia e il Mondo hanno un grande bisogno di persone oneste come lei, ma stia attenta: Satana è un grande adulatore.

  38. Pingback: Coraggio Lidia siamo con te « LIBERI VICENTINI

  39. Giacomo La Franca said:

    condivido la posizione espressa da Lidia Undiemi. Io già qualche anno fa, dopo un paio di anni da iscritto, capi di che pasta erano fatti i vertici dell’IVD. Molti quadri intermedi, come Lei, sono gente valida e propositiva. Chi decide, come peraltro accade in parecchi altri partiti, è ben lontano dall’essere di specchiata onestà intellettuale. Brava!!!!

  40. Pingback: IN DIFESA DI LIDIA UNDIEMI « il Moralista

  41. Pingback: Lidia Unidemi lascia l’IDV, “Di Pietro e Orlando, confessate ai cittadini il vostro appoggio al governo della finanza” | Il blog dell'Iguano

  42. Pingback: Italia S.p.A. « Circolo Giovanile San Luigi IX

  43. massimo said:

    Purtroppo in una situazione come la nostra abbiamo la tendenza a sparare a zero contro tutta la classe politica indistintamente, dimenticando che politici con la P maiuscola esistono ancora.Ora Le chiedo di fare uno sforzo ulteriore oltre alle dimissioni, ed è quello di lavorare per cercare quelli come lei, e ce ne sono, che sono stufi della politica del malaffare e vogliono assumere il coraggio di rappresentare il futuro del nostro Paese. Non dimentichi che fra un anno andremo a votare senza sapere per chi, con una classe politica vecchia corrotta, opportunista e legata al malaffare. Abbiamo bisogno di gente seria e onesta Lei ha questi requisiti? mi auguro di si e allora buon lavoro

  44. Pingback: Lettera di dimissione di Lidia Undiemi dai suoi incarichi nel partito dell’IdV -

  45. Pingback: Una persona coerente.

  46. Alberto said:

    Non posso esimermi dal condividere parola per parola quanto esposto dalla Dott Undiemi.
    Mi auguro solamente che Lei, come già visto con altri, che non si capisce perchè, anche se si intuisce, hanno fatto dei passi indietro sulle loro denunce, possa non incappare nello stesso errore.
    Lo dico perchè non penso possa essere considerato privo di macchie chi, dopo aver gridato il suo sdegno, per quanto possano essere state nobili le sue parole, dopo ha fatto dei passi indietro nei confronti di chi, fingendosi puro, pensa solo ai propri interessi personali o elettorali (che poi è la stessa cosa).
    Qualora lo facesse, dimostrerebbe solo di essersi lasciata imbrigliare nel sistema; il che farebbe una corrotta in più in questo nostro pessimo panorama politico.

    A Lei, Dott Undiemi, nell’esortarLa a mantenersi integra per come oggi appare, auguro tanta fortuna per le sue battaglie, ricordandoLe che, come ha avuto modo di constatare,
    è facile prendere degli abbagli in questo lercio ambiente.
    Pertanto, apra quattro occhi e si mantenga sempre pura.

  47. Fabrizio Strazzera said:

    Si, ok, brava, complimenti e tanti auguri da tutti… Ma poi? Qui è indispensabile che TUTTI si mettano in gioco. Lidia ha fatto qualcosa di “scellerato”: ha denunciato quello che NOI non dobbiamo sapere, si è messa contro i poteri forti. Chi di noi e disposto a rischiare di persona e di tasca come lei? Siamo davanti ad un progetto di nuova schiavitù, vogliamo svegliarci TUTTI? Dobbiamo scendere veramente in piazza accanto a lei e (ammesso che ce ne siano altri) a chi come lei DAVVERO non vuole tutto questo, per se e per i propri figli. Chi è pronto?

  48. Bonaveri said:

    Quando sarà ora di contarci, lei potrà contare su di me, così come io sapò di poter contare su di lei.
    Sia ottimista, presto pagheranno tutti.

  49. gianfranco said:

    grazie da cittadino italiano e da padre mi ero gia’ accorto che idv nelle battaglie che contano era sempre assente .. come e’ assente ora con il pareggio di bilancio in costituzione … e’ a favore, e quindi tante chiacchiere e connivenza con i veri poteri sovranazionali ….. grazie ancora

  50. Roberto said:

    Grande Lidia, ora non lasciarti oscurare e cerca altri come te e come la maggior parte degli italiani dal nord al sud passando x le isole e la nostra Italia rivedrà la luce, da padre e cittadino italiano ti dico Grazie.

  51. giu said:

    apprezzabile il suo sforzo, apprezzabile la sua persona, ma non capisco perchè ci sia stata piu di due anni per capire che la stavano prendendo in giro sia a lei sia a noi…

  52. Antonio Persichini said:

    Cara Lidia
    sono ex candidato idv circ. Europa e colui che ha avuto maggiori consensi tra le due camere (~ 4500 voti). Abbiamo in comune il pensare con la nostra testa, e continueremo a farlo fino a che il gran capo non ci chiama. Detto questo hai tutto il mio appoggio per il valore che puo avere, ma il mio appello é rivolto a coloro che ti sono fisicamente vicini “non lasciatela sola” per qualsiasi cosa puoi scrivere al mio indirizzo antonio@persichini.ch
    La scorsa settimana gli ho scritto invitandolo a restituire allo stato il denaro ricevuto in piu’ Finanziamento ai partiti, compreso le spese che io ho sottoposto alla corte dei Conti a suo tempo.
    un caro saluto
    Antonio

  53. Alessio said:

    Tanto di cappello. Per quanto mi riguarda sono con Lei e con tutti quelli che la sostengono. Abbiamo impiegato secoli per dare a questo Paese una Costituzione Repubblicana e con essa il sogno di una democrazia. I familiari di tutti noi hanno dovuto lottare ed in certi casi morire per avere quegli stessi diritti che gradualmente ci stanno togliendo. Non è più una questione puramente politica. C’è in gioco la libertà della Nazione e tutti fingono di non vedere. Mille temi altisonanti per nascondere quello principale. Sono con Lei, ci può giurare!

  54. Pingback: Di Pietro e i signori della truffa? – Reset Radio

  55. Pingback: Di Pietro non sa cos’è l’ESM figuraccia davanti a una ragazza che la intervista | Intoccabili

  56. savio said:

    esempio che dovrebbero seguire tutti i parlamentari ed iscritti ai partiti, se vogliono dare ancora credibilità alle fazioni politiche alias partiti. La stimo anche perchè si dimette da un partito che di valori non ne vedo, nato da mani pulite, gli italiani hanno sperato nel proseguo di una battaglia contro il crimine di politici e magistrati e giornalisti corrotti.ora si constata solo un uniformarsi (….)! Di Pietro doveva restare fuori, continuare la sua lotta contro Monti, Berlusconi (il nemico di sempre)..il Bersani,,il Fini, Casini..Rutelli…insomma attori e stipendiati non solo del popolo italiano (…)..Mi meraviglia Orlando che di denunce e lotte contro la mafia Lui, in passato ne ha fatte tante. E’ possibile che nn si sia accorto delle manovre sovversive delle banche europee e nazionali? Dei debiti fatti da Prodi. Belusconi per sopperire a certi interessi?..Possibile Di Pietro si sia inzittito? perchè sig.Di Pietro? Ignoranza o affarismo? Solo Dio cn il suo silenzio opera..tu nn sei nessuno. Ti.ammiro Lidia che hai dato esempio di onesta’ politica e grande rispetto per le sofferenze del popolo itlaiano..CONTINUA COSI..!

  57. mario said:

    questo non me lo aspettavo da Di Pietro…..si scoprono gli altarini?
    Forza Lidia,ce ne vorrebbero altre 100 come te!!!

  58. Davide said:

    Secondo me, Lidia dovrebbe prendere seriamente in considerazione il MoVimento 5 stelle, ad oggi l’unica forza che potrà scardinare l’atuale sistema politico e di malaffare.

  59. Idelfa said:

    Grazie dott.ssa Undiemi, bella lezione di senso civile e morale!
    Ha tutto il nostro sostegno, continui a informarci, lei sì, su come stanno andando le cose…

  60. Sergio said:

    Eh eh, ormai Undiemi e Bagnai sono diventati i miei idoli.
    Per quanto riguarda il M5S, per il quale mi sono speso per alcuni anni, occorrerebbe che il sig. Casaleggio rendesse più trasparenti le sue intenzioni.
    Sono diventato un po’ scettico al riguardo.
    Mi piacerebbe sapere cosa ne pensa la d.ssa Undiemi del moVimento.

  61. Pingback: Ferrero,con Sel e Idv per cacciare Monti? « As I please

  62. Luca said:

    Buongiorno Lidia, come lei forse saprà anche il giornalista Paolo Barnard ha denunciato nel suo IL CRIMINE PIU’ GRANDE le nefandezze di questi personaggi “semi oscuri”, andando oltre la denuncia come lei e dando una via d’uscita che spesso viene minimizzata se non addirittura censurata da ex paladini della giustizia come Santoro. Sarebbe di buon auspicio che le tante realtà che stanno crescendo riuscissero a trovare una coesione, magari cercando di non cozzare su eventuali differenze, ma utilizzandole nella loro specificità come risorsa, e muoversi la dove sostanziali differenze non ci sono, in modo compatto. Difficile ma non impossibile se si inquadrano le priorità e si trova una corretta sintesi nelle differenze, mi perdoni il concetto sostanzialmente ripetuto. Con sincera ammirazione.

  63. jacopo said:

    Gentile Lidia
    Grazie per la presa di posizione, pensi che neanche Grillo ha preso posizione riguardo a questo ESM o MES, siamo persi non vedo più speranza.
    Chi si mette contro l’europa viene eliminato

  64. Orazio Rosati said:

    Ho letto quasi tutto il Suo articolo, e pochi commenti, ma come vede la proposta di Beppe Grillo di eleggere Antonio Di Pietro a Presidente della Repubblica…?!?! Lei mette in evidenza come Di Pietro sia un politico uguale…o addirittura peggio degli altri; mentre Beppe Grillo ne parla come se Di Pietro fosse l’unico politico…con la schiena diritta…!! Qualche contraddizione…?!?!

  65. Pingback: http://www.lidiaundiemi.it-Di Pietro e Orlando, confessate ai cittadini il vostro appoggio al “governo della finanza”. Mi dimetto dai miei incarichi in IDV. | NUOVA RESISTENZA

  66. franco said:

    Ti ho visto per la prima volta ieri sera a Ballarò e sono andato a leggere di tè.
    Mi riempe il cuore di orgoglio vedere che in un paese pieno di merde, ci sia ancora qualche FIORE.
    Molti ti calpesteranno.
    Altri ti disprezzeranno.
    Altri ancora ti schizzeranno con la stessa m…a di cui sono fatti.
    Non sarà facile ma TIENI DURO.
    Continua a farci sognare diffondendo il tuo profumo.
    Giovane come una gemma bella come un fiore.
    Ciao.
    franco

  67. Giovanni said:

    Ho letto che cè chi la critica per essersi dimessa dal movimento I.D.V. le opinioni sono tutte leggitime, ma riflettete un momento dopo aver lavorato gratuitamente e aver messo l’anima per oltre due anni e lascita sola,ha dato una scossa forte alle loro coscenze dimettendosi invece di attacarsi ad una poltrona perchè è una persona onesta intelligente e coerente ,domando rimanendo nel partito cosa avrebbe potuto fare?Per me sei diventata un mito non sò se potresti collaborare con il movimento 5 stelle o se potresti fondare un movimento Lidia Undiemi spero di non perderti non ci abbandonare .

    Con grande ammirazione

    Giovanni

*

sette − tre =

Top Lidia Undiemi