Intervista a Lidia Undiemi e Gioacchino Genchi: Precarietà e controllo occulto dell’informatica della Giustizia, vergognosa destituzione di Genchi dalla PS, opera del despota di Arcore

INTERVISTA A RADIO TIME DI MASSIMO PISCIOTTA E MARIO CAMINITI

In questo broadcast audio mp3 ascoltate l’intervista a Lidia Undiemi, sulla “scomparsa” dei lavoratori dai media generalisti e dai giornali. Lidia parla anche del controllo “occulto” in remoto, con il pretesto dell’assitenza tecnica ai computer della Magistratura via IP sulla Rete. I dati dei magistrati sono in pericolo, affidati a operatori in regime di perfetto anonimato, che possono potenzialmente manipolare e divulgare i dati su indagini, processi, dossier da inchieste giudiziarie.
Segue l’intervista a Gioacchino Genchi, Vice Questore della Polizia di Stato e consulente informatico, destituito d’autorità perchè scomodo per il despota di Arcore e per i suoi degni compari dentro e fuori il Parlamento…Vergogna e arroganza di un potere che delira e distrugge le istituzioni “nemiche”.

Fonte: MILE – Movimento Indipendente Lavoratori Esternalizzati

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

About the Author

Lidia Undiemi
Esperta in materia di tutela dei lavoratori nelle trasformazioni di impresa. Dottore di ricerca in Diritto dell'Economia, dei Trasporti e dell'Ambiente. Titolo conseguito presso l'Università degli Studi di Palermo nell'aprile del 2010. Attualmente non ho alcun incarico all'Università di Palermo, continuo comunque ad impegnare gran parte del mio tempo in studi giuridici ed economici. Ho pubblicato un libro "Il ricatto dei mercati" che contiene una indagine sulla nuova governance economia europera ed internazionale, e sulle trasformazioni del mondo del lavoro nell'era della finanza. Sono autrice di pubblicazioni scientifiche, di cui l'ultima pubblicata nelle rivista scientifica di diritto del lavoro "Variazioni su Temi di Diritto del Lavoro" dal titolo "Trasferimento di parte d’azienda, appalti e collegamenti societari: complessità della realtà e nuove sfide interpretative". Ho realizzato un progetto scientifico e politico contro la crisi dell'economia reale e dei posti di lavoro causata dalla speculazione finanziaria. Credo nella ricerca come principale strumento principale di difesa contro derive autoritarie.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


17 + dodici =